La lotta libera dello zio Sam

«L’America, un paese che, non soddisfatto del battesimo di sangue dal quale aveva tratto il proprio nome, aveva insistito per la prima volta nella storia su un acronimo misterioso, USA, tre lettere, ora surclassate dalle quattro dell’URSS. Benché ogni paese si considerasse a proprio modo superiore agli altri, ne era mai esistito uno che, attraverso la banca centrale del proprio narcisismo, avesse coniato così tanti termini che includevano il prefisso “super”? Che fosse non solo superfiducioso, ma anche superpotente, al punto che non sarebbe stato soddisfatto finché non avesse bloccato ogni nazione del mondo in una presa da lotta libera e non l’avesse costretta a gridare il nome dello zio Sam?»

Viet Thanh Nguyen, Il simpatizzante, Neri Pozza editore, Vicenza, 2016, p. 45